Banca Dati Suoli LOSAN :: Scheda Fase di Serie

 
Scheda Fase di Serie
Sigla OLO3
Nome SAN LEONARDO franco limosa, su paleoalvei fossili
Serie OLO
UnitÓ cartografiche 490 (OLO3).
Descrizione generale della serie I suoli presentano un orizzonte superficiale di spessore 40-45 cm, di colore bruno giallastro scuro (bruno oliva), a tessitura franca o franco limosa; sono subacidi; gli orizzonti profondi, nella loro parte superiore (Bk), hanno spessore di 20-30 cm, colore bruno giallastro con screziature bruno grigiastre, a tessitura franco argillosa (franca); sono scarsamente calcarei ed alcalini; mentre nella parte inferiore (Ck), hanno spessore di 20-30 cm, colore bruno pallido con screziature bruno giallastro scure, a tessitura franco sabbiosa; sono moderatamente calcarei ed alcalini. Il substrato a partire da 85-120 cm di profonditÓ, ha tessitura franco sabbiosa (franco limosa) e colore grigio brunastro chiaro con screziature bruno giallastre; sono fortemente calcarei ed alcalini.
Caratteri specifici
Morfologia superfici debolmente ribassate, generalmente allungate, che costituiscono antichi percorsi fluviali
Drenaggio mediocre
PermeabilitÓ moderatamente bassa
Parent material depositi fluviali medi o moderatamente fini, calcarei
Distribuzione I suoli OLO3 si estendono per soli 350 ha, in piccole delineazioni nella parte centro-settentrionale dell'area.
Sito tipo Nel Comune di Castelleone, a NordEst dell'abitato di Pellegra, lungo la SP 89.
Caratteristiche degli orizzonti
Gli orizzonti Ap hanno minore spessore; sono neutri; hanno maggiore contenuto di carbonio organico.
Gli orizzonti Bw hanno maggiore contenuto di argilla (da 22 a 32 %); sono subalcalini o alcalini (il pH varia da 7.7 a 8)
Gli orizzonti Cg hanno tessitura franco limosa, franco limoso argillosa (sabbioso franca).
ProprietÓ applicative
I suoli OLO3 sono adatti all'agricoltura (IIIs), presentando tuttavia severe limitazioni, legate a caratteristiche negative del suolo, tali da ridurre la scelta delle colture e da richiedere speciali pratiche conservative; sono adatti allo spandimento dei reflui zootecnici (S2), con lievi limitazioni dovute alla presenza di falda; sono adatti allo spandimento dei fanghi di depurazione (S3), con moderate limitazioni connesse alla CSC; hanno capacitÓ protettiva moderata (M) nei confronti delle acque superficiali per limitazioni legate al comportamento idrologico e al runoff, e moderata (M) nei confronti di quelle sotterranee per limitazioni dovute alla permeabilitÓ e alla presenza di falda; il loro valore naturalistico Ŕ basso (B).

Profilo di riferimento della Fase di Serie
Codice profilo P30/37