Banca Dati Suoli LOSAN :: Scheda Fase di Serie

 
Scheda Fase di Serie
Sigla LEO2
Nome LEONESSA franco limosa, scarsamente ghiaiosa, pietrositÓ superficiale moderata, su superfici di transizione
Serie LEO
UnitÓ cartografiche 322 (LEO2).
Descrizione generale della serie I suoli presentano un orizzonte superficiale di spessore 30-35 cm, di colore bruno giallastro scuro, a tessitura franco limosa, frammenti da scarsi a comuni molto piccoli e piccoli; sono subalcalini o alcalini; gli orizzonti profondi (Bt), hanno spessore di 60-100 cm, colore bruno scuro, tessitura franco argillosa, frammenti da assenti a comuni molto piccoli e piccoli; sono da neutri a alcalini. Tra il substrato e gli orizzonti soprastanti possono essere presenti orizzonti fortemente calcarei (Ck), di spessore 10-20 cm, di tessitura sabbioso franca, con concrezioni calcaree di natura pendant. Il substrato parte da 100-140 cm di profonditÓ, di colore bruno forte, a tessitura franco sabbioso argillosa (sabbiosa), frammenti frequenti o abbondanti molto piccoli e piccoli, sono da scarsamente calcarei a calcarei.
Caratteri specifici
Morfologia superfici alluvionali, stabili, piane o poco ondulate dell'alta pianura ghiaiosa
Drenaggio buono
PermeabilitÓ moderata
Parent material alluvioni grossolane calcaree
Distribuzione I suoli LEO2 sono distribuiti a isole su tutta l'area per un totale di 2600 ha.
Sito tipo Comune di Brescia, uscita Autostradale Brescia Centro, a Sud del Cimitero SS. Pietro e Paolo.
Caratteristiche degli orizzonti
Gli orizzonti Ap hanno minore contenuto di argilla, di CSC e di carbonati totoali, e maggiore contenuto di sabbia grossolana e di carbonio organico.
Gli orizzonti Bt sono pi¨ potenti, hanno minore contenuto di argilla e maggiore contenuto di sabbia grossolana; i valori di CSC sono minori; non sono calcarei.
ProprietÓ applicative
I suoli LEO2 sono adatti all'agricoltura (IIIe), presentando tuttavia severe limitazioni, legate al rischio di erosione, tali da ridurre la scelta delle colture e da richiedere speciali pratiche conservative; sono adatti senza limitazioni allo spandimento dei reflui zootecnici (S1); sono adatti allo spandimento dei fanghi di depurazione (S3), con moderate limitazioni connesse alla CSC; hanno capacitÓ protettiva elevata (E) nei confronti delle acque superficiali, e moderata (M) nei confronti di quelle sotterranee per limitazioni dovute alla permeabilitÓ; il loro valore naturalistico Ŕ basso (B).

Profilo di riferimento della Fase di Serie
Codice profilo P71/29